giovedì 26 aprile 2012

Scontro de civiltà


Sta puntata parlerà de caffè e de thè. Sarà npo’ corta, perché se se mettono a fa parabbole e divagazioni sua caffettologia o sull’inzuppo dea bustina der thè, affittamo dopodomani.

Che ogni vorta che uscimo dai confini nostra tocca baccajà. E all’ispanici ie devi da di caffè solo, caffè corto,a l'anglicani ie devi da di espresso, ali francesi ie devi da di caffè senza bri, ai tedeschi li devi maledì, che na vorta avemo provato co n’amico mio a piasse ncaffè daa macchinetta automatica iavemo specificato”corto” e cè scito nbibitone che pareva che toccava annà a fa na gara de thriatlon, e all’americani ie devi da dì: tacci vostra e d’Obama qua mezza specie de coso che chiamate caffè datevelo de traverso nfaccia. Venitelo apri Starbucks a Roma và, così dopo che me pio nber caffettino ar baretto zozzo dell’angolo vengo ai bagni vostra a cacà, che a maggior parte dii caffè nostrani c’ha ancora er bagno alla turca. Giusto a questo potete servi ner mondo da caffettologia a yankees: a fa li cessi.
Da tutti i feedback e le smadonnate che ho raccolto ngiro pel mondo tutti sti anni giusto li portoghesi hanno superato a sufficienza, che fanno ncaffè economico e morto simile ar nostro.
.
Pe quanto me riguarda io er primo contatto che c’ho avuto cor caffè mediorientale fu na cinquina de anni fa a Istanbul do me presi sto caffè turco, che ogni tanto o chiameno arabo, che è npo’ diverso ma ognuno o chiama come ie pare e pe noantri gnoranti italiani è uguale perché pe ditte semo ancora convinti che li turchi so arabi.

Me pio sto coso e nun sapendolo me tracanno tutto er fondino e so stato costretto a tenemme er saporaccio dii granuli nbocca pe na mezza giornata e a nonnetta che me stava accanto che me voleva legge er deposito ner fondino me disse: nun t’azzarda mai a studià na lingua altaico-uralica o semitica che bacchejerai all’infinito.

E così fu. O vedi a sentille e vecchie. Io dovevo fa come me diceva nartra vecchietta de Frascati appassionata de carcio e sostenitrice der Cocciano futbol cleb (più de na squadra): ma che cinese o arabo, a munnellè dovete da annà a studia er catalano che questi tra npar de anni cor Barcellona conquisteno er monno.

Baccajate e tikitaka a parte, er caffè, dicevo, fa parte della grande accoppiata de cose, che quanno parti pe sti paesi esotici nun poi scordatte, insieme ar parmigiano. Che mi madre ormai prima che monto nmachina pe annà a pia l'aerero nun me fa più : ce l'hai er passaporto, ce l'hai er bijetto? Ma me dice solo: too sei ricordato er caffè cor parmigiano? Me raccomanno, che poi nun te fanno partì.

Ma è ovvio, che prima o poi, te tocca veni ancontatto caa cultura der luogo perché mica sei nfarlocco. E quinni ogni tanto tocca piatte er formaggio sbrodalato o er  caffè pestato colli piedi.

E quinni dopo npo’ è naturale che uno se butti sull’altra preda che c’hanno sti popoli: er thé. Mo pe ditte er thè de sti pizzi n’è raffinato o sgragiullo come quello maghrebino, che là c’hanno nartro passo. Qua ogni tanto ce fionnano na bustina co du fojacce de menta e te saluto. Pe ditte quanno so annato nMarocco stavo così sotto an treno pe sto cazzo de thè marocchino che me so comprato ar suq nchilo de menta che me faceva capocciella dao zaionone fico backpag e momenti me danno spaccio internazionale all'aeroporto.

Poi so tornato nFrancia, che nquer periodo n’ero beduino ma m’allenavo a esse berbero, a coinquilina mia me fa: a fracicone a menta guarda che esiste pure ner monno civilizzato, è a preparazione e a qualità de thè che è diverso. Fino a Marrakesh ce sei dovuto anna pe riporta nchilo de menta, guarda caa venne pure a vecchietta tunisina all’angolo de casa nostra. Che stavo an quartiere che me pareva che stavo a Monastir mica a Lione.

Che da quanno sto qua me so bevuto così tanto thè che ogni tanto ne mie divagazioni cor divano a parlà de “La città virtuosa” de Al Farabi me faccio pia lo schiribizzo de e 4 e mezza e metto ndiretta su Bbc News e nzuppo er biscotto ner thè e faccio er lord britannico, che a teina me fa st’effetto de sdoppiamento de personalità: araba fancazzista e inglesotta colonizzatrice.

Anche se na volta so rimasto popo de stucco.Er fattaccio avviene er giorno che all’altra puntata de sto diario semo annati ar Mar Morto. Mi padre, da vero patriarca de famija, nun vole arza er culo da na mezza specie de ombrellone, ma che in realtà so du stracci appiccicati su du tronchi, e me dice de annaje a pia nthè ar chioschetto zozzone.
Io ce vado e ie ordino sto thè. Er fracicone dall’altra parte der bancone me dice: senza zucchero, zuccherato a metà, o con zucchero. Questo so le tre opzioni. Vaielo a spiegà che zuccherato a metà ce sta comunque lo zucchero e cozza ca terza opzione “con zucchero” e quest’artra se dovrebbe chiamà “con morto zucchero”.

Che qua va de moda così, né che te dicheno: quanti cucchiaini voi? Qua nce l’hanno st'unità de misura universalmente riconosciuta da tutti tranne dall’inglesi, che quelli fanno sempre come cazzo ie pare e ar posto der cucchiaino come unità de misura c’hanno l’unghia. Quinni er cerchio se chiude l’arabi e l’inglesi fanno de capoccia loro sur thè.

Ce penso n’attimo e ovviamente essendo a giustezza ner mezzo ie dico: fammelo zuccherato a metà. Quello manco finisco a frase, a du piotte all’ora ( pell’inglesotti che leggono sto blog du piotte all’ora saranno si è no na 140 miglia all’ora) ce versa dentro quattro cucchiaini abbondanti de thè. Alla faccia der mezzo zuccherato, se te chiedevo con zucchero che me facevi come er portazucchero daa Spada na Roccia che ar poro  Merlino ie versa quattro chili de zucchero ( pell’inglesotti natevelo a cerca su google quanti so 4 chili, che n’è mo ve posso converti pure questi in libbre, che stamo ner ventunesimo secolo e c’avete rotto er cazzo co sti farenite, guida a sinistra, pollici e unghie).

Pare che sia questo quello che o storico Huntington chiamava “Scontro de civiltà”, che nun te posso dì zuccherato medio e me ce fionni tutto er cibborio. Però sto storico pare che abbia preso nconsiderazione solo er monno arabo. Ma perché né no scontro de civiltà pure coi tedeschi che ce mettono er ketchup suaa pasta o coll’inglese che misureno ancora coi pollici e colle nticchie? O coll’americani che fanno ncaffè che fa cacà? Ma scontro de civiltà de che?

Che questi che so arabi fanno come tutti l’altri popoli der monno, ovvero come cazzo ie pare, però armeno quanno lo fanno te regaleno nsorriso. Mica come l’americani, che dicheno che so na gran democrazia ma te fanno ncaffè che sui Pirenei ner Medioevo o faceveno più bono e npiù to fanno paga pure 5 sacchi.

Che nvece questi so arabi e nce capiranno ncazzo de zuccheramento ma so gentili e so più li caffè e li the che t’offreno che quelli che te tocca da pagà e nun me pare nfondo che questo sia ngrande scontro.

3 commenti:

  1. grazie. Non ho mai riso così tanto

    RispondiElimina
  2. Daje! Speriamo di continuà a facce altre due risate insieme, gli articoli nuovi arriveranno, anche se un po' a rilento!

    RispondiElimina